PRINCIPALI ELEMENTI DI INNOVAZIONE SINTESI DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICHE INNOVATIVE
Consiglio Comunale Ragazzi
E' un progetto promosso dal Comune di San Lazzaro di Savena che vede la collaborazione delle scuole primaria e secondaria. Il CCR è formato da ragazzi e ragazze frequentanti la 4° e 5° elementare e la 1°, la2° e la 3° media. Per partecipare al CCR è necessaria l'adesione dell’insegnante di classe effettuata tramite il Programma Territoriale dell’Offerta Formativa (POT). Gli obiettivi che si pone il CCR sono:
1. Educare alla rappresentanza democratica.
2. Fare vivere ai ragazzi una concreta esperienza educativa.
3. Rendere i ragazzi protagonisti della vita democratica del territorio, attraverso il coinvolgimento nelle scelte che li riguardano e all'eventuale partecipazione a sedute del Consiglio Comunale Adulti e di Commissioni Consiliari.
Il Consiglio Comunale dei Ragazzi si occupa di:
ambiente; •
cittadinanza attiva e aggregazione; •
sicurezza; •
tempo libero; •
sport; •
cultura e spettacolo; •
informazione e comunicazione. •
Il Consiglio Comunale dei Ragazzi svolge attività propositiva nei confronti del Consiglio Comunale degli Adulti.
Consiglio Digitale Ragazzi
Si tratta di un gruppo di alunni, uno/due per ciascuna delle classi della Scuola Secondaria che si candidano e vengono eletti nella propria classe per svolgere un'attività di "servizio" a supporto della stessa e della scuola in generale. Quest'attività di "service learning" consiste nell'approfondire le conoscenze in merito alle risorse digitali della scuola e nel trasmetterle a compagni e docenti, favorendone un uso consapevole ed efficace, finalizzato all'apprendimento e alla cittadinanza digitale.
Classi online EDMODO
Tutte le classi della scuola Jussi sono dotate di una classe/gruppo online sulla piattaforma educativa Edmodo, coordinata dall'Animatore Digitale. Il progetto è collegata alle azioni del Piano Triennale del PNSD dell'Istituto
Altre azioni relative al PNSD
La Scuola Secondaria JUSSI, ha scelto già da tempo di utilizzare sistemi operativi e software Opensource su tutte le macchine della scuola e l'Animatore Digitale sta provvedendo all'implementazione di questi sistemi sulle macchine di recente acquisizione.
Laboratori mattutini e pomeridiani Ben Essere per alunni in difficoltà Sono volti a migliorare il clima relazionale nei gruppi, a favorire l'acquisizione di competenze specifiche trasferibili anche negli ambiti curricolari, a promuovere corretti stili di apprendimento tramite l'applicazione e la sperimentazione di conoscenze e metodologie laboratoriali.
Laboratorio di potenziamento  per alunni D.S.A.
Si è attivato un laboratorio, in convenzione con l'Associazione AMPIA, di sostegno compiti (anche per quanto riguarda il passaggio di ordine scolastico) per alunni con disturbi specifici di apprendimento delle classi quinte e delle classi prime di scuola secondaria.
Prevenzione disagio
Nell'Istituto vengono implementati, di anno in anno, incontri con gli alunni, conferenze e laboratori formativi destinati ai genitori nell'ambito dell'Osservatorio Permanente sul Comportamento degli Alunni afferente all'area del Progetto Ben Essere.
Nelle Scuole dell'Istituto rimane a disposizione per l'intero anno scolastico la figura dell'educatore di plesso che attiva laboratori di varia natura finalizzati ai bisogni degli alunni con difficoltà.
E' presente in modo permanente lo sportello d'ascolto, tenuto da una psicologa professionista per gli alunni della secondaria di primo grado autorizzati dai genitori, per tutti i genitori e i docenti.
Continuità e orientamento
Nelle scuole dell'Istituto verranno implementati percorsi laboratoriali in continuità tra gli ordini di scuola, frutto della co-progettazione tra docenti dei dipartimenti intersettoriali appositamente formati, con la prospettiva di creare un archivio di documentazione delle buone pratiche scolastiche poste in essere. Vanno razionalizzate le attività di orientamento alla fine della scuola sec. di I grado, con azioni più incisive di informazione sui percorsi scolastici e gli sbocchi professionali, rivolte soprattutto ai genitori.
AREE DI INNOVAZIONE PRATICHE DI INSEGNAMENTO E APPRENDIMENTO
Si intende attivare laboratori in modalità C.L.I.L. per l'apprendimento delle discipline scolastiche.
Coinvolgimento delle famiglie nelle scelte educative.
Attivare percorsi di confronto partecipato all'interno degli organi istituzionali e con i comitati genitori per le seguenti azioni:
1) individuazione di tematiche relative alla genitorialità da affrontarsi con esperti
2) individuazione in tavoli formali e informali di competenze educative condivise tra Scuola e famiglia

Torna all'inizio del contenuto