La DAD, acronimo di DIDATTICA A DISTANZA, è stato lo strumento con cui le Istituzioni Scolastiche hanno reagito, a seguito dell’emergenza sanitaria da SARS-CoV-2 iniziata nella primavera 2020, ad un periodo di improvvisa sospensione delle attività scolastiche.

Oggi la DDI (acronimo di DIDATTICA DIGITALE INTEGRATA) prende il posto della DAD e, a differenza di quest’ultima, si pone come complementare alla didattica in presenza ed è lo strumento didattico che consente di garantire il diritto all’apprendimento delle studentesse e degli studenti che, iniziato l’anno scolastico in classe, dovessero trovarsi nelle condizioni di improvvise restrizioni di mobilità, oppure vivano l’esperienza della quarantena.

La DDI si propone cioè di integrare e supportare la didattica quotidiana il cui obiettivo primo è l’erogazione in presenza.

Torna all'inizio del contenuto